Quando il trucco sposa (non) c’è.

Quando il trucco sposa (non) c’è.

trucco matrimonio sposa boho chic

Ancora cinque minuti

è  la frase che ripeto puntualmente ogni mattina, mentre mi rigiro nel caldo del nostro letto.
Quando suona la sveglia mi piace accucciarmi e prendere le prime coccole della giornata tra le braccia del mio Principe Bohémien, una sorta di rituale per iniziare con dolcezza la giornata.
Ormai le calde giornate estive, le T-shirt leggere e i gelati sono un lontano ricordo. Benvenuti i primi freddi del mattino, le nebbie che si adagiano calme sui campi della periferia e le tisane tenute strette tra le mani.

La quotidianità e la fretta ci obbligano a rinunciare alcune volte a dei piccoli piaceri.  Il tempo è tiranno, specialmente se la sveglia suona molto presto. Eppure ogni mattina è la stessa storia: preferisco concedere qualche minuto in più al tepore del piumone e dei nostri corpi vicini, piuttosto che al mio make up. Le occhiaie vanno coperte, sia chiaro, un poco di colore sulle gote, una punta di bianco per illuminare i punti giusti, mascara e via! Sono pronta per la mia giornata lavorativa.

Una sposa però, deve essere affidata a mani esperte, deve essere la più bella e il più fedele possibile alla sua personalità.  Sapete bene che il nostro matrimonio sarà a distanza e la mia ricerca dei fornitori per quanto riguarda il make up non è stata semplice.  La freddezza di alcuni professionisti mi ha spiazzata: alla richiesta di informazioni hanno risposto con in modo distaccato, con dei testi prestabiliti copiati ed incollati. Non voglio essere un numero, “una delle tante”. Voglio conoscere chi mi accompagnerà in questo percorso.

L’ultima persona che ho contattato è una ragazza molto dolce di nome Laura Pasanisi. Il primo contatto è stato molto semplice, ma dalle sue parole avevo già percepito che sarebbe stata disponibile per ogni mio dubbio e ansia pre-matrimonio. Ed infine eccomi lì, in una caldissima mattina del mese di Agosto pronta per la prima prova. Sono stata sua ospite, ha saputo mettermi a mio agio e ascoltare le idee,  la concezione che avevamo del nostro grande giorno e della vita ed, infine, aiutandomi nella scelta del trucco per il mio matrimonio. Tra una chiacchiera e l’altra, ha individuato i colori adatti alla mia carnagione, senza coprire troppo la naturale personalità della pelle. Ero libera di arrossire, sorridere e commuovermi senza dovermi preoccupare.

Quando a fine prova mi ha offerto  lo specchio, con un po’ di timore ho visto la mia immagine riflessa:  ero io, perfettamente a mio agio in quel trucco naturalmente mio. Mi sono sentita come ogni sposa vorrebbe sentirsi: splendida.

Scopri di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.